ITA - ENG
Koinè 2015








Dolfi Srl
 Pad. G - Stand 208-210
Ragione Sociale   Dolfi Srl
Indirizzo  Via Arnaria, 43
Località  39046 Ortisei - BZ
Telefono  0471.796239
Fax  0471.796656
E-mail  info@dolfi.com
Sito web  www.dolfi.com

La collezione di santi in legno come figure in legno, statue in legno e sculture in legno sono progettate nei laboratori Dolfi ad Ortisei,it in Val Gardena, nel cuore delle Dolomiti, Bolzano,it Castelrotto, in Trentino Alto Adige, made in Italy. Gli artisti Dolfi specializzati nella produzione di statuaria arte sacra sono scultori esperti nella produzione di santi anche in grandezza naturale o di qualsiasi dimensione richiesta dal cliente. I santi in legno più richiesti sono i santi dei santuari più famosi al mondo.

Storia

Dolfi, Saga di una Famiglia, tra storia e tradizione, dal 1800 ad oggi

La storia della Famiglia Comploi e del marchio Dolfi, inizia nella prima metà del 1800, ancora prima dell’Unità d’Italia quando Franz Comploi, nonno di Adolf, fondatore dell’impresa, intraprende, come tantissimi altri abitanti della Val Gardena, la professione di scultore, producendo statue in legno da lui stesso trasportate a spalla nelle vallate vicine, per poi tornare a casa, all’inizio dell’inverno, solo quando l’ultima di queste è stata venduta.

Adolf Comploi, noto con il diminutivo Dolfi, nasce nel 1912 contemporaneamente all’espansione economica della Val Gardena favorita dal completamento della ferrovia a scartamento ridotto, costruita da prigionieri di guerra russi dell’Impero Asburgico e che portava da Chiusa ad Ortisei.

Adolf “Dolfi” Comploi diviene un esperto in falegnameria artistica e, in particolare, nella costruzione di altari sacri per i quali diventa un artista apprezzatissimo nell’intera regione. Contemporaneamente, con il fratello Franco, affianca a tale attività quella di produttore di sculture sacre in legno destinate a parrocchie, conventi e primissimi negozi di souvenir che cominciano a nascere nella zona.

L’infaticabile azione imprenditoriale di Dolfi Comploi allarga il proprio raggio di azione spingendosi nelle maggiori città del Nord Italia e iniziando la vendita all’estero, ovvero in Svizzera, Austria e Baviera.

Dolfi, appena ventenne, dopo aver iscritto nel 1932 la propria impresa alla camera di commercio di Bolzano, viene inviato in guerra in Abissinia. Al suo rientro, dopo la morte del Negus, viene arruolato, con altri soldati scelti, nella Guardia del Corpo di Benito Mussolini.

Nel 1942, dopo la nascita del figlio Willi, Dolfi Comploi acquista un grande appezzamento di terreno a Ortisei, nell’odierna centralissima via Roma, dove costruisce un stabilimento produttivo con annessi magazzini e locali destinati alla vendita.

Negli anni ’46 - ’47 il fatturato della azienda Dolfi ammonta a circa 32,000 lire facendo di Dolfi Comploi un notissimo imprenditore che dà lavoro ad oltre 600 famiglie gardenesi che prestano la propria opera lavorando a domicilio.

Nei primi anni ‘50 vengono introdotte in Val Gardena le prime macchine a pantografo che si diffondono rapidamente in tutta la vallata e che rivoluzionano l’intera industria delle sculture sacre, costruite prima in legno di cirmolo e poi in tiglio. Queste subìscono una vastissima diffusione fino a quando il Concilio Vaticano II del 1963 non condanna severamente l’eccessiva presenza di sculture e raffigurazione sacre nelle Chiese e luoghi di culto.

Nel 1961 Willi Comploi, allora diciottenne, lavora già nell’impresa paterna e contribuisce attivamente all’incremento del fatturato di Dolfi nel successivo decennio ’60 -’70,

Nel 1969 Willi sposa Annamaria Rella e dal matrimonio nascono Monica e Matteo.

Nel 1970 Dolfi è presente con i suoi prodotti in oltre 60 paesi del mondo tanto da rendere indispensabile nel 1979, anno in cui Willi prende le redini dell’azienda, l’organizzazione della produzione su tre turni da otto ore.

Willi procede immediatamente al rinnovamento totale della produzione, con l’acquisto di 36 nuovi pantografi e la contemporanea assunzione di altri 66 dipendenti, per fare fronte alle richieste di nuovi mercati esteri che apprezzano sempre più un prodotto per il quale l’intero ciclo di lavorazione richiede una successione di oltre 150 diversi passaggi, dalla preparazione del legno, alla scultura, alla sua rifinitura, laccatura, decorazione e finale doratura.

Nel 2002, Monica e Matteo Comploi, già da anni in azienda ed affiancati ancora oggi dai genitori Willi e Annamaria, rilevano Dolfi, portando con il loro dinamismo nuova linfa vitale all’ultra centenario marchio che, nel suo catalogo, oltre all’offerta di Presepi e Sculture Sacre e Profane, eseguite anche su misura a richiesta, annovera oggi inoltre un'ampia e completa collezione di Oggettistica Regalo per la Casa e la tavola e la recentissima linea Dolfi Casa, Arredo e Complementi.

 Nel 2008 Matteo Comploi inaugura la nuova modernissima sede produttiva, logistica e commerciale che, nei suoi complessivi 45.000 metri quadri, ospita anche Dolfi Land, spazio show room aperto al pubblico, frequentato ogni anno da oltre 60.000 visitatori italiani ed esteri.





img

  
img

  
img


 
img


 
img


 
img


 








NEWS
24-06-2014Premio Internazionale Faith & Form/ IFRAA
Si chiuderanno il 30 giugno le iscrizioni per il concorso internazionale Faith & Form /IFRAA per arte e architettura sacra. Il concorso, che è aperto ad architetti, progettisti, designer, artisti, studenti e consulenti, ha lo scopo di premiare le migliori proposte di architettura, arte e design per gli spazi religiosi.
10-06-2014Elenco espositori 2015
Oltre 130 le aziende che hanno già confermato la loro presenza alla 16^ edizione di Koinè. La lista degli espositori 2015 è fin da ora disponibile.
06-06-2014Koinè 2015 si presenta a Sacroexpo
Koinè sarà protagonista della 14. edizione di Sacroexpo presso il quartiere fieristico di Kielce insieme ad importanti aziende del settore, per presentare al pubblico in visita le noità della 16. edizione e promuovere la partecipazione degli operatori stranieri 
2014 © Conference Service Srl - all rights reserved