Online Ticket
Prossime mostre in programma

“Oggi la maggior parte dell’umanità vive crocifissa dalla povertà, dalla fame, dalla scarsità d’acqua e dalla disoccupazione. Crocifissa è anche la natura lacerata dall’avidità industriale che si rifiuta di accettare limiti. Crocifissa è la Madre Terra, esausta fino al punto di perdere il suo equilibrio interiore, evidenziato dal riscaldamento globale. Uno sguardo religioso e cristiano vede Cristo stesso presente in tutti questi crocifissi. Il Venerdì Santo continua, ma non ha l’ultima parola. La risurrezione, come irruzione dell’essere nuovo è la grande risposta del Padre e la promessa per tutti noi, fino agli estremi confini della terra”. Leonardo Boff

Nella grande varietà di immagini devozionali che la storia e la tradizione ci hanno consegnato, la Croce o il Crocifisso continuano ad avere larga diffusione e permangono come l’oggetto religioso cristiano per eccellenza: acquistati da devoti, pellegrini o semplici turisti presso i negozi di articoli religiosi o quelli in prossimità di chiese o santuari, e presenti nella grande maggioranza delle abitazioni, costituiscono parte rilevante del più generale settore devozionale in esposizione a Koinè.

La rappresentazione del Crocifisso, come purtroppo gran parte delle immagini devozionali, tuttavia, nonostante il vento innovatore del Concilio Vaticano II che ha investito la Chiesa anche nelle sue espressioni artistiche, è rimasta legata a modelli iconografici spesso non più attuali. Koinè 2020, in sintonia con l’afflato missionario di Papa Francesco, “Sogno una scelta missionaria, capace di trasformare ogni cosa”, e con il piano pastorale della Chiesa che è in Vicenza, “Battezzati e inviati per la Vita del Mondo”, iha ritenuto opportuno realizzare una mostra dedicata alla Croce, interpretata attraverso due ottiche: l’aspetto missionario che caratterizza la Chiesa contemporanea e l’aspetto del Crocifisso glorioso risorto che si affianca alla vita dei credenti

Attraverso questa Mostra si intende promuovere gradualmente l’adozione di linguaggi artistici e sensibilità contemporanee anche nella realizzazione (e diffusione) di immagini che non solo entrano nelle azioni rituali della Chiesa, ma sono legate al particolare sentimento di devozione dei fedeli.

Artisti e Atelier partecipanti:


MARCELLO AVERSA
Dopo gli studi lavora nell’azienda paterna, piccolo opificio nel quale si producono laterizi per forni a legna. Negli anni Ottanta emerge la passione per il presepe napoletano. Dopo averne realizzati diversi con la tecnica tradizionale, comincia a modellarne di ridottissime dimensioni in creta. Nel 2001 apre una Bottega d’arte nel centro storico di Sorrento.  Negli ultimi anni si è dedicato al tema della croce, così nascono Christus Vincit e Vita Semper Vincit collocati nella Cattedrale di Sorrento e nel Duomo di Mirandola. Altre opere sono esposte presso la scuola grande di San Teodoro di Venezia, la Basilca di Santo Spirito di Firenze e il museo del Belenes di Mollina in Spagna. 

ANNALISA TORNABENE
Una laurea in Arti Visive con indirizzo Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, diviene docente di ruolo di Anatomia Artistica presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Dal 1994 insegna anche presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia.  La sua ricerca artistica verte attorno al tema del corpo e si esprime prevalentemente attraverso il disegno e la pittura. Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.
L’artista si dedica anche alla realizzazione di opere d’arte sacra. La chiesa di San Bartolomeo a Treviso è interamente decorata dalle sue opere (Pala d’altare, trittico di cm 350x220. Pala fonte battesimale: “Sinite Parvulos”, cm 120x180. Pala del confessionale: “Il figliol prodigo”, cm 120x180. Dodici tavole ornative raffiguranti gli apostoli collocate sui 12 pilastri della chiesa).

BRUNO LUCCHI
Ha studiato all’Istituto d’Arte di Trento completando gli studi al Magistero delle Belle Arti di Urbino. La terra è da sempre la sua materia, che trasforma in terracotta nel suo atelier, per creare le sue opere in bronzo e porcellana.  Recentemente la sua ricerca ha abbracciato nuovi materiali, come l’acciaio Corten per la costruzione di installazioni enormi, e il mosaico, come tecnica moderna. Ha iniziato ad esporre da professionista nel 1991 ed ha al suo attivo più di 200 mostre personali in musei, sedi pubbliche e prestigiose gallerie in Italia e all’estero. È autore di importanti opere pubbliche di grandi dimensioni, ben quattro navi della Costa Crociere solcano i mari con le opere dello scultore trentino. 

FLAVIO COMETTI
Da oltre trent’anni svolge l’attività di restauratore ligneo in Verbania. A questa  ha affiancato la collaborazione con scuole quale docente di “restauro e tecniche di intaglio, intarsio e finitura delle superfici lignee” in Milano.
Negli ultimi anni si dedica al simbolo della Croce.
I pregiati legni utilizzati per la realizzazione, non reperibili in commercio, sono recuperati dal lavoro di manutenzione delle tipiche  piante ornamentali della zona ( bosso, rododendro, camelia…). A queste essenze abbina parti irrecuperabili di manufatti lignei antichi. La scelta di questi materiali soddisfa la propria crescente sensibilià  verso l’ambiente mentre la lavorazione a mano rispetta l’Uomo.

ALBANO POLI
Dopo aver frequentato l’accademia d’arte fonda il suo atelier dove in principio restaura vetrate artistiche. Oggi il suo atelier Progetto Arte Poli si ispira alle antiche botteghe rinascimentali dove si creano artigianalmente vetrate, mosaici, affreschi, sculture.
Nella sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui la nomina a Cavaliere nell’Ordine Equestre Pontificio di San Gregorio Magno in seguito alle opere realizzate nella Basilica di San Paolo fuori le Mura di Roma e tre premi internazionali Faith&Form Awards per le opere realizzate nella Cattedrale di Bari e nella Chiesa Gesù Divino Maestro di Roma. Tra le opere più recenti ricordiamo la realizzazione del nuovo ambone papale della Basilica di San Giovanni in Laterano a Roma.

EDDA GUASTALLA
Da oltre 20 anni disegna schemi e gioielli con la tecnica del chiacchierino, che l'ha portata ad essere una delle “Tatting designers” più conosciuta.
Appassionata di callografia fin dai tempi della scuola, ha frequentato dei corsi con l’associazione calligrafica italiana. 
In ogni cosa che fa cerca  di fondere le sue passioni, così nel chiacchierino uso le regole di eleganza della calligrafia e l’armonia della polifonia.

SANTE PIZZOL
Pittore e creatore di vetrate artistiche, mosaici e sculture in vetro. Si forma all’Accademia di Brera e alla Scuola Superiore d’Arte del Castello Sforzesco a Milano. Negli anni ’60 apre un primo studio a Milano, seguito nel 1978 da un nuovo studio in Brianza  a Missaglia (LC). Artista poliedrico e assai apprezzato a livello nazionale ed internazionale: solo in Giappone sono oltre 200 le sue opere istallate. Socio attivo della Permanente di Milano è iscritto all’UCAI nazionale.

MATTEO PAULETTO
Dopo l’istituto tecnico per Geometri, il suo percorso formativo prosegue alla facoltà di Architettura IUAV di Venezia e con le prime esperienze professionali presso studi di architettura ed interior. Oggi  collabora con lo studio Ceron&Ceron di Castelfranco Veneto, dove ha potuto confrontarsi con importanti progetti a partire dal concept, mediante attività di project management, fino alla realizzazione del manufatto architettonico o dell’oggetto di design. Da sempre appassionato del disegno a mano libera, dell’arte e della natura, nel tempo libero coltiva queste passioni che  filtrate con equilibrio e reinterpretate con personalità, sono spesso spunti per nuove forme espressive libere da ogni costrizione stilistica.

GRAZIANO TESSAROLO
La sua formazione inizia attraverso collaborazioni con studi di architettura e aziende locali come disegnatore e progettista, completate da un periodo di soggiorno lavorativo a Vancouver (Canada). Tornato in Italia, nel corso degli anni Novanta allestisce le prime mostre personali e lavora a progetti in Italia e all'estero, tra cui si segnalano le collaborazioni in tutto il mondo con la Comunità Cenacolo. Realizza inoltre svariate opere scultoree per contesti sia sacri che profani in tutta Italia.
A partire dal 1996 affianca l'attività di divulgazione e insegnamento in collaborazione con gruppi ed associazioni artistiche, enti e comuni. Dopo un'esperienza professionale in Africa, oggi prosegue le attività artistiche nel suo studio di Romano d'Ezzelino (VI).

PADRE COSTANTINO RUGGERI
Dedica la sua giovinezza alla pittura, sotto la guida di Mario Sironi, che in Lui riconosce il talento e ne ammira la dedizione.
Nel 1951, terminati gli studi di teologia, è ordinato sacerdote nel Duomo di Milano dal cardinal Schuster e dello stesso anno è la sua prima mostra di pittura alla Galleria “S. Fedele” di Milano presentata da Mario Sironi.
Nel 1954 riceve il 1° Premio di pittura “S. Fedele” ed il 3° Premio “Marzotto”. Si accosta alla scultura alla fine degli anni 50.
Dal 1958 al 1962 frequenta L’Accademia di Brera e coltiva incontri con artisti e architetti tra cui: Fontana, Dova, Capogrossi, Crippa, Le Corbusier, Alvar Aalto.
Nel 1959 lascia Milano e stabilisce il suo studio d’arte nel Convento di Canepanova in Pavia, ove prosegue nell’attività di pittore e scultore con la realizzazione di terracotte e ceramiche per dedicarsi successivamente allo studio dello spazio sacro con il progetto di cappelle e la ricerca di nuove forme per l’arredo e la suppellettile sacra nonché dei paramenti sacri.
Degli anni ’60 sono le esperienze di vetrate con cristalli colorati di Murano incastonati in pannelli di cemento e dal 1966 inizia la serie di vetrate artistiche in vetro antico soffiato legate in piombo.
Collabora con alcuni architetti italiani, tra cui Figini e Pollini, Giò Ponti, Gardella, Vaccaro, Gresleri, Trebbi e Nervi, per la costruzione di nuove chiese e santuari.
Dal 1993 promuove, grazie alla Fondazione Frate Sole da lui creata, la valorizzazione dell’arte sacra istituendo il premio quadriennale “Frate Sole”.
Nel 2007 Padre Costantino si spegne nei pressi del Convento di Sabbioncello, dove ha trascorso le sue ultime settimane di vita.

FLAVIANNA ERBI’
Apostolato Liturgico - Provincia italiana Pie Discepole del Divin Maestro 
Diploma di ceramista/progettista conseguito a Faenza nel 1989. Lavora da circa vent’anni nel laboratorio di ceramica dell’Apostolato Liturgico, del quale è la responsabile.

LOCHE AGAR
Apostolato Liturgico - Provincia italiana Pie Discepole del Divin Maestro
Opera apostolicamente nel settore dell’arte per la liturgia dal 1980, a servizio della Chiesa in Italia e all’estero. Dal 2000 tiene un corso sulle vetrate come arte liturgica, alla Pontificia Facoltà di          Liturgia di S. Anselmo – Roma. Ha fatto parte della Consulta Nazionale dell’Ufficio Liturgico della Conferenza Episcopale Italiana, sezione Arte per la Liturgia.

MEO CASTELLANO E PINO MASSARELLI
La collaborazione artistica tra Meo Castellano e Pino Massarelli (CarteM studio) nasce nel 2013 dalla comune passione per la creatività e l’amore per la materia, dal comune senso armonico plastico coloristico e dall’affine ricerca mistica intrisa di senso del divenire. La ricerca dei due artisti si snoda in un interessante percorso di narrazioni plastiche, costituito dal raffinato delinearsi di trame, espressione di eclettica immaginazione, rappresentazione di attente esplorazioni nella materia, nelle forme e nel colore, nelle idee e nelle emozioni. 

DEMI ART
Azienda della Val Gardena specializzata nella produzione di sculture in legno di alta qualità. Le sculture in legno Demi Art sono interamente lavorate in modo artigianale dai più abili scultori e pittori della Val Gardena, sotto la supervisione del maestro scultore Karl Demetz, storico punto di riferimento nel campo della scultura artistica del legno.

DOLFI
Da oltre cento anni DOLFI crea stupende statue e mobili in legno, figure sacre come angioletti, Madonne, crocifissi e figure di Santi, nonché presepi natalizi con statuette ed addobbi per l'albero di Natale. Nata come hobby per impegnare le lunghe serate invernali, la scultura in Val Gardena è presto divenuta una passione redditizia, che a tutt' oggi appaga numerosi ammiratori e collezionisti. 

MDA - METALLI D'ARTE
Azienda artigianale specializzata nella produzione di arredi sacri in metallo, arredi sacri per chiese. Progetta e realizza tabernacoli,  ostensori, lampade,  calici, pissidi, reliquiari, teche, candelieri  e tutto ciò che è necessario come arredi sacri in una chiesa, utilizzando materiali come: argento, ottone, filigrana e smalto.